Bangui-960x450

 

 

UN DISPENSARIO, UNA SCUOLA PRIMARIA, UN CENTRO GIOVANILE A BANGUI

PRIMA PORTA SANTA DEL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

PER MAMME E BAMBINI VITTIME DELLA GUERRA

 

 

Una violenta e sanguinaria guerra civile, che flagella la Repubblica Centrafricana dal dicembre 2012 e non ancora veramente risolta, ha creato nel paese una situazione politica instabile e una situazione umanitaria al collasso.

Presso l’aeroporto di Bangui, nel dicembre del 2014, erano ammassati 100.000 sfollati. I rifugiati interni e quelli che hanno lasciato il paese sfiorano il milione su un totale di 4,5 milioni di abitanti, di cui 2,3 milioni sono bambini. L’UNHCR parla di 75 mila centrafricani nei campi profughi e di 1,3 milioni di persone a rischio fame a causa delle violenze e della scarsità dei raccolti. Secondo l’ONU, inoltre, in Centroafrica negli ultimi mesi è più che raddoppiato il numero dei bambini soldato, raggiungendo le seimila unità.

Durante la guerra i Salesiani di Don Bosco a Bangui di Galabadja, un quartiere della capitale a 10 Km dal centro della città, sono arrivati ad ospitare di notte oltre 20.000 persone. La loro opera comprende una Parrocchia con un oratorio, una scuola primaria, un centro giovanile e il dispensario di Saint Jean. Mentre la città è assediata dalle carneficine compiute, le strutture salesiane accolgono un numero sempre maggiore di sfollati costretti a fuggire dalla violenza. A loro forniscono assistenza medica, cibo e servizi igienici. La messa in sicurezza della popolazione è una priorità assoluta e la salute delle fasce più vulnerabili, soprattutto donne e bambini, è la premessa per creare condizioni di stabilità a più lungo termine.

Al momento, in una situazione che ancora non è possibile definire di post conflitto a causa dei focolai, delle vittime, delle negoziazioni, la rete di solidarietà salesiana ha in progetto di potenziare la funzionalità delle sue strutture: il Dispensario, che assiste soprattutto madri e bambini, la Scuola primaria, che forma ai valori di amicizia e solidarietà e il Centro giovanile, che restituisce alla popolazione di Bangui, in particolare a quella più vulnerabile, salute e sicurezza in un clima di speranza, favorendo così la costruzione della pace a Bangui e in tutto il Centrafrica.

 

Dal 25 ottobre al 2 novembre sostieni il progetto dei salesiani di Bangui con il numero 45524.

Puoi donare 2 euro inviando un SMS da cellulare personale TIM, Vodafone, Wind, 3 e Tiscali; 2 euro chiamando da rete fissa TWT; 2 o 5 euro da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali, oppure 5 euro da rete fissa Vodafone.

 

5112nona

511

51

51

5

4

3

2

1